1. Acqua gassata, acqua frizzante o acqua effervescente naturale?

    gennaio 5, 2012 by Il Buongustaio

    Dopo aver visto la classificazione delle acque minerali in base alla quantità di sali minerali disciolti (residuo fisso), ora vediamo la differenzazione dell’acqua minerale in base al tipo di effervescenza.

     

     

    Dapprima le acque minerali si dividono in due categorie, in base al grado di effervescenza di ciascuna:

    - Acque piatte (con contenuto di gas non apprezzabile organoletticamente)

    - Acqua frizzante (acque piatte addizionate con gas acquistato dall’esterno)

     

    Successivamente, nell’ambito dell’acqua frizzante, esistono altre due sottocategorie:

    - Acqua effervescente naturale (con il contenuto di gas con cui sgorga dalla sorgente)

    - Acqua rinforzata con il gas della sorgente (acqua gassata, a cui si aggiunge gas in quantità maggiore, ma sempre proveniente dalla sorgente)

     

    Acqua frizzante, acqua gassata, acqua effervescente naturale: differenti nomi per indicare sempre la stessa acqua in bottiglia.

     

    Foto di Devianart


  2. Il perfetto imbottigliamento dell’acqua minerale

    novembre 25, 2011 by Il Buongustaio

    L’imbottigliamento dell’acqua minerale è un’operazione sapiente, tecnologicamente sofisticata, di alta sicurezza per il consumatore. L’acqua minerale imbottigliata mantiene tutte le caratteristiche di purezza e composizione di origine: di norma l’ambiente e le macchine di produzione sono state realizzate affinché non avvenga alcun rischio di contaminazione con l’esterno. I materiali impiegati per il suo confezionamento sono rigorosamente controllati e sicuri, i contenitori e i tappi sono composti da materiali idonei e collaudati e preparati per il contenimento dell’acqua minerale.

    Ogni bottiglia finita viene controllata con sistemi di ispezione elettronica e sottoposta a rigorose verifiche autocontrollo aziendale: le chiusure sono ermetiche a garanzia della purezza dell’acqua al consumo; la sua filiera di produzione “corta” fa sì che il consumatore beva l’acqua come sgorga dalla sorgente.

     

    La semplicità di captazione dell’acqua minerale, l’esigua distanza dalla sorgente alla linea degli impianti di imbottigliamento, l’immediatezza delle operazioni di confezionamento, portano l’acqua minerale dalla scaturigine alla bottiglia in poche ore al massimo.

     

     

    Il nome della sorgente, dell’azienda produttrice sono il più alto riconoscimento della responsabilità del produttore per un sicuro consumo. La tappatura, ovvero l’etichetta presente su ogni bottiglia, certifica la qualità del prodotto al consumo, senza altri intermediari, senza ulteriori processi e impianti di rilavorazione.

    Se c’è un problema di qualità, l’azienda imbottigliatrice è presente in modo responsabile davanti alla legge e alle esigenze del consumatore!